Passeggiando per Cinecittà

Print Friendly, PDF & Email

 

Passeggiando per il centro di Roma ho visto un cartello pubblicitario che pubblicizzava la visita a Cinecittà Studios.

La mostra era intitolata:

CINECITTA’ SI MOSTRA SHOWS OFF

l’iniziativa doveva essere provvisoria, ma visto il grande successo è stata resa permanente, con grande gioia degli amanti degli Studios del cinema !!

Ti dirò che è sempre stato  il mio sogno e se anche tu sei appassionata di cinema non perdere l’occasione di visitare Cinecittà.

Arrivare è comodissimo, la metropolitana ti porta proprio di fronte a Cinecittà

Varcare la soglia dei cancelli di Cinecittà  e percorrere il “red carpet” sul quale hanno mosso i primi passi i grandi  divi del cinema è stata una emozione unica.

Dopo aver pagato il biglietto per la visita guidata, ho circa una mezzora per girovagare liberamente.

Subito incontro l’enorme testa coronata di Venusia, che appariva nel film “Casanova” di Federico Fellini e delle enormi statue utilizzate nel film “Il Gladiatore“, diretto da Ridley Scott, che sembrano di pietra,  ma  sono realizzate in vetroresina

All’orario prestabilito arriva la guida che riunisce il gruppo di persone che si è formato, è una ragazza simpatica e molto competente che risponde gentilmente alla valanga di domande che le poniamo.

La visita prosegue verso i grandi set Broadway e Roma Antica, dove non è possibile filmare con la telecamera…, quindi facciamo una valanga di foto…

Arriviamo sul  set di Broadway dove il  regista  Martin Scorsese ha girato  il film “Gangs of New York“, con la pavimentazione stradale tipica del tempo, palazzi, negozi e ristoranti che sembrano veri, ma a parte la facciata, dietro non c’è niente … solo una grande impalcatura di tubi…

Ma quello che mi ha veramente ammaliato  è la maestosa atmosfera del  set di Roma Antica, ricostruzione fedelissima ai tempi di Giulio Cesare,  per la serie televisiva americana  “Rome“…, che in Italia non ha avuto grande successo perchè molto violenta.

Qui troviamo il Foro Romano,  la Basilica Giulia, l’Arco di Trionfo, i templi di Venere e Giove, le abitazione del popolo e le botteghe degli artigiani… realizzate in legno, polistirolo  e vetroresina dai colori brillanti rosso, blu e verde, bellissimi come apparivano a quei tempi, ma molto diversi dalle rovine rimaste al giorno d’oggi, dove tutto è sbiadito dal tempo.

La guida ci informa che il set di Roma Antica  è particolarmente richiesto per set pubblicitari, convegni e addirittura matrimoni, e che nel 2011 è stato utilizzato dalla band londinese Coldplay, per l’esibizione nel programma di Fiorello.

Ci confida, inoltre, che alcune persone ricche si fanno realizzare appositamente opere artistiche  ed architettoniche particolari ed esclusive per le loro ville dagli artigiani di Cinecittà.

La visita prosegue ora liberamente, peccato che non possiamo visitare lo Studio 5, perchè c’e una ripresa interna con Katia Ricciarelli…

Quindi, entriamo nella palazzina Presidenziale, tappezzata da frasi famose di films e veniamo letteralmente  abbagliati da un lungo corridoio costellato di immagini di films proiettate ad intervalli frenetici  sia sul pavimento che sulle pareti laterali…

Passiamo poi alla sala dedicata ai costumi di scena con i vestiti originali indossati dai protagonisti del cinema mondiale, realizzati da prestigiose sartorie italiane,  tra i quali quello di Anita Ekberg nella celebre scena nella Fontana di Trevi  del film La dolce vita“…, quelli di Richard Burton e di Liz Taylor in “Cleopatra” …, di Alberto Sordi ne ” Il Marchese del Grillo“…, abiti del film “Il Gladiatore“…, quelli di Monica Vitti in “Polvere di stelle“…

Proseguiamo  la nostra visita con la sala di post-produzione, dove ammiriamo tutte le fasi di preparazione e realizzazione del film,  dalle riprese, al montaggio e alla stampa.

Nella palazzina dedicata a Federico Fellini, sprofondati in morbide poltrone di pelle,  assistiamo alla proiezione dei provini di attrici ed attori all’inizio della carriera…una fra tutte la splendida  Sofia Loren

La visita prosegue con i set esterni della serie “Un medico in famiglia“, dove tutto sembra così reale, ma scopri che delle case ci sono solo i muri esterni …, sono come delle scatole vuote, visto che le riprese interne sono girate negli Studios…

 

E’ una occasione unica da non perdere se vuoi scoprire fino in fondo il mondo della fabbrica dei sogni


You can se vuoi lascia un commento, or trackback from your own site.

Se lo desideri lascia un commento

Powered by WordPress